Il tempo del Sole

Da sempre l'uomo si interroga sulla natura del tempo, questa infinita trama in cui siintesse la storia del mondo e che tuttavia sfugge all'u-mana comprensione.  Il tempo non è rilevabile da alcun organo di senso umano, possiamo vedere la luce e tra-mite la visione possiamo prendere conoscenza della struttura spaziale del mondo; possiamo ascoltare i suoni ed i rumori che…

Inquinamento Luminoso

Sembra che ci sia una vera e propria corsa per avere il primato di chi riesce a distruggere il cielo notturno. Questo mese vi proponiamo due filmati, rela-tivi all’estremo Oriente, messi in circolazione da Cielobuio   https://www.you-tube.com/watch?v=mj8uIr4oQRU https://www.you-tube.com/watch?v=stTflr8lPls Naturalmente noi italiani non abbiamo i mezzi degli asiatici ma nel nostro piccolo non ci fac-ciamo mancare niente. Eco l’immagine della mini Verbania…

Astrogallery

Daniele Gennari: Alone Lunare Natalina Germi: M42 (grande nebulosa di Orione) eseguita al telesopio dell'osservatorio con il cellulare. Grazie a Gabriele Zuaretto. Corrado Pidò: Due largo campo del cielo invernale, ripreso con cellulare Galaxy Note 10. Graziano Ventre: Ripresa del JWST (James Webb Space Telescope) Simone Gaviola: M81 Simone Gaviola: M51 Giuseppe Bianchi: Roberto Brisig

Media INAF

LO STUDIO È STATO PUBBLICATO SULLA RIVISTA ANTIQUITY  Stonehenge era un calen-dario solare?  Da tempo gli studiosi sospettano che Stonehenge incorpori una sorta di calendario neolitico, anche se il suo funzionamento rimane ancora un mistero. In un recente articolo, Timothy Darvill sostiene che la numerologia dei sarsen materializzi un calendario perpetuo basato su un anno tropico di 365.25 giorni. Con…

Tutta colpa della Luna!

DEDICATO A TITO STAGNO E A CHI "QUELLA NOTTE C'ERA" (A cura di Alberto Villa – AAAV)  La mattina dello scorso 1° febbraio ero al PC alle prese con uno strano pianeta extrasolare da poco scoperto e chiamato GPX-1b, quando è arrivata la notizia della scomparsa di Tito Stagno, il giornalista che nella notte tra 20 ed il 21 Luglio…

Leggende del cielo:la costellazione del Leone

A cura di: Silvia Fiumalbi (AAAV)  “Ogni sera, mentre il Sole discende  nel suo nascondiglio notturno,  le stelle emergono come spiriti magici”  Esse si accendevano nel cielo agli albori delle prime civiltà e si accendono oggi, purtroppo alcune non riusciamo più a vederle ad occhio nudo a causa dell'inquinamento luminoso, ma come gli astri sapevano accendere la fantasia dei primi…

Costellazioni

Leone  a cura di Silvano Minuto - APAN  Culmina al meridiano intorno alle ore 22 del 1° aprile. Copre 947 gradi quadrati e contiene 70 stelle più brillanti della sesta magnitudine. E’ di grandi dimensioni, rappresenta un leone accovacciato e il disegno nel cielo richiama molto bene questa figura; ben riconoscibili sono la Falce, un gruppo di 6 stelle che…

JWST

Il telescopio spaziale james webb (in inglese james webb space telescope, jwst, o semplice-mente webb)  a cura di Silvano Minuto – APAN  Il telescopio spaziale james webb (in inglese james webb space telescope, jwst, o semplicemente webb)  a cura di Silvano Minuto – APAN  E’ un telescopio spaziale per l’astronomia a raggi infrarossi, lanciato il 25 dicembre 2021 dallo spazioporto…

Recensioni

GIOVANNI ANSELMI  OSSERVIAMO LE STELLE  Guida al cielo notturno mese per mese  Il Castello – Pag. 96 Illustrato  € 19.00 - Ed. 2020  Per ragazzi  A cura di Silvano Minuto – APAN  Dodici grandi mappe stellari guidano mese per mese all'individuazione degli oggetti astronomici più importanti. Tantissimi stimoli e spunti per i ragazzi che si avvicinano per la prima volta…

Spunti per l’osservazione

M104 – NGC4594 “Sombrero Galaxy”  (fonte: Wikipedia)  La Galassia Sombrero (conosciuta anche con le sigle M 104 o NGC 4594) è una galassia nella costellazione della Vergine. La sua vista di taglio con la sua banda oscura l'ha resa famosa ed è un oggetto privilegiato nella fotografia astronomica amatoriale.  Osservazione  M104 è un oggetto non molto facile da reperire in…

Cielo del mese: Marzo

Il cielo di marzo è dominato dalla figura del Leone e dall' asterismo del Grande Carro. La Via Lattea invernale si sposta sempre più verso occidente, lasciando il posto ad un'area con bassa densità di stelle. Orione e Cane Maggiore sono sempre più basse sull'orizzonte, sostituite a sud dalla costellazione del Leone, la cui presenza indica l'arrivo prossimo della primavera,…

Editoriale

Cari lettori, prima di passare all’editoriale di questo numero, è doveroso un salto indietro a quello del precedente: questa settimana abbiamo ospitato due famiglie con bambini, ebbene; uno di questi, osservando M42 ha esclamato:” …io ci vedo un cornetto al cioccolato, quelli per fare colazione!”.  Credeteci o no, ho guardato nell’oculare e l’ho visto anch’io!  In un periodo così difficile,…